Tariffa d'igiene ambientale

Il Comune determina annualmente, con l’approvazione del bilancio, la tariffa da applicare.

La tariffa deve coprire il totale dei costi di gestione del servizio rifiuti solidi urbani ed assimilati.

Soggetti alla tariffa sono tutti coloro che detengono o occupano locali e/o aree scoperte, che devono comunicare, entro 60 giorni, dal verificarsi dell’evento, al Comune o ad Ambiente Servizi S.p.A. (gestore del servizio) l’inizio dell’occupazione, la cessazione e ogni altro elemento rilevante ai fini del calcolo della tariffa.

La tariffa è determinata separatamente per le utenze domestiche (abitazioni) e per le utenze non domestiche (attività produttive, commerciali, etc.).

La tariffa è suddivisa in una parte fissa ed in una parte variabile.

Per le utenze domestiche:

la parte fissa è determinata in base al numero delle persone ed alla superficie dell’abitazione;
la parte variabile è suddivisa in due parti: una a copertura dei costi per la raccolta e lo smaltimento della frazione umida e una per la raccolta e lo smaltimento della frazione secca (bidoncino giallo).

Per le utenze non domestiche:

la parte fissa è determinata in base alla superficie e ad un coefficiente potenziale di produzione;
la parte variabile in base ai conferimenti del rifiuto umido, secco o assimilato oppure applicando i coefficienti previsti dal Decreto Ronchi.

La tariffa è applicata e riscossa da Ambiente Servizi S.p.A., Società con sede in San Vito al Tagliamento, alla quale è stato affidato dal Comune il servizio per la raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti.

Ambiente Servizi S.p.A. è a disposizione degli utenti per fornire informazioni relative alla gestione dei rifiuti, alle fatture emesse e alle tariffe applicate.