Servizio Disabili

Entro il 31 dicembre di ogni anno possono essere presentate al Sindaco del Comune le domande di contributo al fine di favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, ai sensi della L.R. 25.09.1996, n. 41 art. 16.
Il portatore di handicap, ovvero chi ne esercita la tutela o la potestà, per l’immobile nel quale egli ha la residenza abituale e per le opere che eliminino ostacoli alla sua mobilità, può presentare la domanda in carta bollata al Sindaco del Comune, in qualsiasi momento dell’anno e comunque entro il 31 dicembre, e deve riguardare opere non ancora realizzate.
La domanda, il cui modello è disponibile presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune, deve contenere ai sensi del Regolamento approvato con D.P.R. n. 137 del 06.07.2016, la descrizione, anche sommaria, delle opere da eseguire, deve essere corredata:
- dal certificato medico, in carta libera, attestante l’handicap se non in possesso del certificato di invalidità;
- preventivo di spesa contenente la descrizione delle opere;
- certificato o fotocopia autenticata attestante l’invalidità totale (qualora voglia avvalersi della precedenza prevista dal IV comma dell’art. 10 della Legge n. 13/89) oppure si riserva di presentarlo;
- fotocopia del verbale di assemblea del condominio (da allegare solo nel caso in cui le barriere da eliminare siano presenti in parti comuni del condominio);
- benestare del proprietario dell’immobile, in carta semplice, da allegare solo nel caso di alloggio occupato in qualità di affittuario;

- ISEE in corso di validità.
L’Ufficio Servizi Sociali è a disposizione per ulteriori eventuali chiarimenti.